In collaborazione con:

CI BASTA IL SOLE.
ACQUA CALDA, SEMPRE

Il sole e l’aria, grazie all’innovativo Sistema Termico Monoblocco, entrano nelle nostre abitazioni, diventando i nostri principali fornitori di energia e consentendoci di raggiungere la completa indipendenza energetica, sfruttando la loro stessa natura di fonti rinnovabili.

Energia SpA sposa questa semplice e rivoluzionaria idea: utilizzare il calore, già presente nell’aria, per riscaldare l’acqua sanitaria, azzerando i costi e dando il benvenuto alla sostenibilità nelle nostre case.

STM è un impianto indipendente per l’acqua sanitaria, che trasforma l’energia ambientale, sottraendo il calore all’aria esterna, in energia termica, che a sua volta viene ceduta all’acqua, aumentando la temperatura di quella stoccata, qualunque sia la condizione ambientale, o climatica, all’esterno. Con questo straordinario sistema d’immissione ed espulsione dell’aria, l’acqua calda sarà sempre a disposizione. Senza costringerci ad alcuna attesa.

  • Senza gasolio o metano: più sicurezza per la vostra famiglia.
  • Nessun rischio di corrosione dei materiali.
  • Riscaldamento rapido.
  • Resistenza elettrica aggiuntiva integrata.
  • Ciclo anti-legionella

Integrato con i sistemi fotovoltaici, STM è concepito e realizzato per incrementare le percentuali di energie rinnovabili prodotte e consumate.

IL SOLE È NUOVO OGNI GIORNO.
(ERACLITO)

COMBINAZIONE IDEALE CON L’IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Principio di funzionamento.

A-B L’aria passa sulla piastra esterna dell’evaporatore e cede il proprio calore perdendo circa 10°C.

1-2 Il fluido frigorifero attraversa l’evaporatore e assorbe il calore fornito dalla sorgente fredda in modo che il refrigerante cambi di fase vaporizzando a pressione e temperatura pressochè costante (0 °C; 5 bar).

2-3 Il gas refrigerante passa all’interno del compressore e subisce un aumento di pressione innalza la temperatura portandosi nello stato di vapore surriscaldato (70 °C; 20 bar).

3-4 Nel condensatore il fluido refrigerante cede il suo calore al corpo da scaldare. Questo processo di scambio fa si’ che il refrigerante passi da vapore surriscaldato allo stato liquido condensando a pressione costante e subendo una notevole riduzione di temperatura (70->40 °C; 20 bar).

4-1 Il liquido refrigerante passa attraverso la valvola di laminazione, perde bruscamente sia pressione che temperatura e vaporizza parzialmente riportandosi alle condizioni di pressione e temperatura iniziale (40-> 0 °C; 5 bar). Il ciclo termico può ricominciare.

Sede legale ed operativa:
Via Sordello, 23 - 31046 Oderzo (Tv)
Sede di Milano:
Via Senigallia 18/2 - Milano, 20161, Italia
Tel. +39 0422/507040 - Fax +39 0422/507028 - E-mail: info@energia-spa.com
P.Iva 04410730263 - Privacy Policy